contatore

7 rimedi per ridurre lo stress ossidativo

Quando nel nostro organismo viene a mancare l’equilibrio tra i radicali liberi e le difese fisiologiche antiossidanti la nostra salute ne può risentire.

Premessa: l’ossidazione è un processo naturale per la sopravvivenza e non ne possiamo fare a meno.

Quando respiriamo, introduciamo ossigeno, il 95% circa di questo ossigeno viene utilizzato dalla cellule per produrre energia; mentre la parte rimanente dà origine ai radicali liberi.

Questo è un processo fisiologico normale, e l’organismo di una persona sana è attrezzato per fare fronte alla presenza di questi radicali liberi difendendosi con il proprio sistema anti-radicali, che si chiama sistema antiossidante.

Quindi, alla formazione di radicali liberi il nostro organismo risponde mediante il suo sistema antiossidante.

Nel momento in cui, il quantitativo di radicali liberi prodotto è superiore a quello fisiologico, il nostro sistema antiossidante non è più in grado di neutralizzare questo eccesso, per cui i radicali liberi aggrediscono le cellule, provocando danni più o meno gravi.

In questo caso ci troviamo in una condizione di Stress Ossidativo

Per fare un esempio: una lamina di ferro se adeguatamente protetta, ad esempio verniciata, non viene intaccata dall’ossigeno contenuto nell’aria.

Se però la protezione viene meno, l’ossigeno interagisce con gli atomi di ferro e la lamina, col tempo, arrugginisce.

Qualcosa del genere avviene anche nel nostro organismo.

Ma quali sono le condizioni che provocano un aumento di radicali liberi tali da indurre lo Stress Ossidativo?

Possiamo incorrere in stress ossidativo sia in condizioni normali di salute sia negli stati patologici.

In condizioni normali di salute un aumento di radicali liberi si verifica quando facciamo sport o facendo sforzi muscolari.

Infatti, se una persona è seduta consuma un certo quantitativo di ossigeno con una produzione “normale di radicali liberi.”

Se la stessa persona corre, fa sport, è sotto sforzo, il consumo di ossigeno aumenta sino a venti (20) volte rispetto al normale, e in proporzione aumenta la produzione di radicali liberi.

Questi valori elevati si riscontrano anche in chi è sottoposto a:

  • Stress psico-fisico
  • Raggi UV
  • Intensa attività fisica
  • Diete ricca di zuccheri e alcol
  • Fumo, anche quello passivo
  • Inquinamento ambientale ozono, pesticidi detergenti
  • Farmaci e donne trattate con la pillola contraccettiva o con estrogeni durante la menopausa.

In questi soggetti è stato quasi sempre riscontrato un aumento di radicali liberi con valore di gran lunga superiori al valore soglia.

Le condizioni patologiche presentano valori anomali di radicali liberi.

A titolo esemplificativo e non esaustivo ecco una lista:

  • le patologie allergiche
  • quelle flogistiche e quindi ad esempio l’artrite rematoide
  • l’Alzheimer
  • la stenosi della carotide
  • l’ipertensione
  • il diabete ecc. ecc.

E allora, quali sono i danni derivanti dallo Stress Ossidativo e dai radicali liberi?

Sono danni a livello cellulare e che quindi non si vedono immediatamente ma si manifesteranno nel tempo.

Lo stress ossidativo comporta un invecchiamento della cellula e quindi dei tessuti con tutto quel che ne consegue in termini di efficienza.

L’invecchiamento precoce della pelle è uno dei segnali più conosciuti.

Il danno cellulare inizia a livello della membrana con un’alterazione degli scambi tra interno ed esterno della cellula; mentre all’interno viene alterata la formazione di ATP che è la batteria, la fonte di energia della cellula, e si può arrivare fino all’alterazione del DNA con effetti mutageni e quindi tumore.

Un eccesso di radicali liberi è quindi sempre da tenere sotto controllo con opportuni esami e scelte di vita sane.

Vediamo ora,

i 7 rimedi per contrastare i radicali liberi e lo stress ossidativo

  1. Prediligi allenamenti di breve e intensi max 30 minuti rispetto ad allenamento che superano i 60 minuti. E’ stato dimostrato che nella perdita di peso e per stare in forma sono i migliori.

  2. Non fumare. Evita anche l’esposizione al fumo passivo.

  3. Metti la crema solare. La protezione solare previene i danni della pelle.

  4. Riduci l’assunzione di alcol.

  5. Prenditi cura del tuo sonno. Dormire è molto importante per mantenere l’equilibrio nel nostro corpo. Dalla funzione del cervello, all’equilibrio tra antiossidanti e radicali liberi, alla produzione di ormoni e una miriade di altre funzioni vengono influenzate dal sonno.

  6. Evita di mangiare troppo. Studi hanno dimostrato che fare delle abbuffate o porzioni molto abbondanti, mantengono il tuo corpo in uno stato di stress ossidativo più a lungo. Al contrario, è meglio fare piccoli pasti con porzioni moderate più volte durante la giornata.

  7. Inquinamento ambientale: fai attenzione all’utilizzo di comuni prodotti chimici per la pulizia della casa, ai pesticidi usati negli alimenti o nel giardinaggio. In generale, tutti, dovremmo prendere iniziative mirate a ridurre l’inquinamento, dalla plastica all’utilizzo di auto e moto elettriche soprattutto nelle grandi città.

Per potenziare il tuo sistema Antiossindanti, puoi iniziare chiedendoti:

Cosa mangio per potenziare le difese immunitarie?

I principali alimenti che contengono antiossidanti in natura sono la frutta e la verdura.

Tra le sostanze più conosciute come antiossidanti, troviamo la Vitamina C ma anche la vitamina E, A.

Per potenziare il tuo sistema antiossidante nella tua alimentazione non dovrebbero mancare frutta e verdura:

frutti di bosco
ciliegie
agrumi
prugne
foglia di colore verde scuro
broccoli
carote
pomodori
olive
noci
curcuma
tè verde
melatonina
cipolla
aglio
cannella

A questo punto vorrei porre la tua attenzione su 2 problemi:

  1. Il primo, quanti di voi, ogni giorno, riescono a mangiare dalle 5 a 7 porzioni di frutta e verdura?
  2. Il secondo ancora più importante, quanti di voi si sono resi conto che frutta e verdura negli ultimi 20 anni hanno perso il loro potere nutritivo, Vitamine e Sali Minerali?

Perché da 5 a 7 porzioni?

Perché come ampiamente spiegato in questo Post il potere nutritvo di questi alimenti è diminuito.

La verità, è che lo stile di vita frenetico della società moderna non ci permette di consumare da 5 a 7 porzioni di frutta e verdura al giorno e siamo consapevoli che questi alimenti non hanno più il sapore di una volta e il giusto apporto di sali minerali e vitamine

In questa condizione la soluzione è quella di integrare con Integratori Organici Naturali di frutta e verdura che contengono il giusto apporto di tali nutrienti.

In questo modo sei sicuro di colmare le tue carenze e potenziare il tuo sistema antiossidante.

Ma quali sono i migliori antiossidanti?  Trovi un’aggiornamento in questo Post

Ti è piaciuto questo post?

Se ti è piaciuto, puoi ricambiare condividendo su Facebook. 🙂

Grazie

Firma-PaoloFauci

 

 

Scritto da Paolo Fauci

Padre, autore, coach, educatore alimentare, è dottore in Scienze Motorie con specializzazione in analisi della composizione corporea metodo BIA, certificato dall’International Sport Sciences Associations - ISSA.