contatore

Antiossidanti? Ecco 7 cose che devi sapere

Attraverso la respirazione, processo vitale per la nostra sopravvivenza, il nostro corpo introduce ossigeno rilasciando dei “prodotti” di scarto chiamati radicali liberi.

I radicali liberi sono molecole contenenti ossigeno con un numero irregolare di elettroni.

Per questo motivo, reagiscono più facilmente con altre molecole, provocando danni più o meno gravi.

In risposta a questo processo interviene il nostro sistema di difesa: gli antiossidanti.

1 Cosa sono gli antiossidanti?

Gli antiossidanti sono molecole che possono donare un elettrone a un radicale libero senza rendersi instabili.

Questo permette di stabilizzare il radicale libero che diventa meno reattivo.

Nel momento in cui la quantità di radicali liberi è superiore a quella degli antiossidanti ci troviamo in una condizione di stress ossidativo.

Lo stress ossidativo è uno squilibrio nel nostro corpo tra radicali liberi e antiossidanti.

Trovi un’approfondimento dello stress ossidativo e i radicali liberi in questo Post

2 Quali tipi di antiossidanti ci sono?

Il nostro corpo per tenere sotto controllo i radicali liberi produce antiossidanti, noti come antiossidanti endogeni.

Mentre gli antiossidanti che provengono dall’esterno, che introduciamo con il cibo si chiamano antiossidanti esogeni.

Gli antiossidanti endogeni sono enzimi come la superossidodismutasi, la catalasi e il glutatione.

Invece, gli antiossidanti esogeni sono la Vitamina E, la Vitamina C, i carotenoidi, i polifenoli e le antocianine.

In questo caso vorrei sottolineare che

se da un lato l’alimentazione e determinati alimenti esercitano un’azione protettiva contro i radicali liberi, dall’altro, le abitudini alimentari malsane e scorrette possono aumentare l’azione nociva dei radicali liberi.

Per questo motivo, nella tua alimentazione non dovrebbero mancare alimenti ricchi di antiossidanti.

Tali alimenti vengono spesso definiti “super alimenti” o “alimenti funzionali”.

3 Quali sono gli antiossidanti presenti nel cibo:

Alimenti ricchi di antiossidanti

  • Vitamina A : latticini, uova e fegato
  • Vitamina C : la maggior parte di frutta e verdura, in particolare bacche, arance e
    peperoni
  • Vitamina E : noci e semi, girasole e altri oli vegetali e verdure a foglia verde
  • Beta-carotene : frutta e verdura dai colori vivaci, come carote, piselli, spinaci e mango
  • Licopene : frutta e verdura rosa e rossa, compresi pomodori e anguria
  • Luteina : verdure a foglia verde, mais, papaia e arance
  • Selenio : riso, mais, grano e altri cereali integrali, oltre a noci, uova, formaggio e legumi

Altri alimenti con buone fonti di antiossidanti:

  • melanzane
  • legumi come fagioli neri o fagioli
  • tè verdi e neri
  • uva rossa
  • cioccolato fondente
  • melograni
  • bacche di Goji

4 Singolarità degli antiossidanti

Ora presta attenzione a questo:

ci sono centinaia e forse migliaia di sostanze che possono agire come antiossidanti.

Ognuno ha il suo ruolo e può interagire con gli altri per aiutare il nostro corpo a lavorare in modo efficace.

“Antiossidante” quindi non si riferisce ad una sola sostanza, ma piuttosto descrive un’insieme di sostanze.

Ogni antiossidante svolge una funzione diversa e non è intercambiabile con un altro.

Ecco perché è importante variare la propria alimentazione.

5 Fai attenzione ai metodi di cucina

Cucinare cibi ricchi di antiossidanti ne può aumentare o diminuire il livello.

Ad esempio il licopene è l’antiossidante che dona ai pomodori il colore rosso.

Quando i pomodori vengono cotti, il licopene diventa più biodisponibile.

Per questo motivo, il nostro corpo lo utilizza e lo elabora in modo più efficace.

Invece, il cavolfiore, i piselli e le zucchine nel processo di cottura perdono gran parte del loro potere antiossidante.

Detto questo, è importante mangiare una varietà di cibi ricchi di antiossidanti, cotti e crudi.

6 Ecco due note dolenti sugli antiossidanti

1 Recentemente, studi e ricerca hanno stimato un netto calo del potere nutritivo negli alimenti sopratutto in frutta e verdura.

Addirittura si è scoperto che tonnellate di mele sono state congelata per 2 anni e poi rimesse in commercio.

Qui trovi approfondimento del Prof. Cestaro Benvenuto docente in Scienza dell’Alimentazione presso l’Universita degli Studi di Milano

Quelle mele di sostanze nutritive non hanno nulla!

Ecco perchè oggi si consigliano dalle 5 alle 7 porzioni di frutta e verdura.

2 Ho condotto una ricerca durata 15 anni nei centri fitness ed è emerso questo:

il 98% delle persone mangia in questo modo

  • Colazione : un caffè o un cappuccino e cornetto
  • Spuntino : un caffè
  • Pranzo : un panino o una piadina o un trancio di pizza
  • Cena: un secondo e contorno o un primo e un contorno

Se rientri in questa casistica hai un alto rischio di ammalarti perché le tue difese immunitarie e i livelli di antiossidanti sono ai minimi storici.

Sopratutto in questi casi, ma in generale è valido per tutti, la soluzione è quella rappresentata da integratori organici naturali.

Perché integratori organici naturali?

Perché derivano da frutta e verdura appena colti e non da sintesi chimica (prodotti in laboratorio) come quelli che vengono venduti in farmacia.

7 E’ sempre utile assumere integratori alimentari antiossiadanti?

Dipende.

La giusta equazione è questa:

conduco una vita frenetica e stressante ma tutti i giorni assumo regolarmente dalle 5 a 7 porzioni di frutta e verdura.

Ok allora non hai bisogno di integrare con antiossidanti.

Al contrario, se seguo un’alimentazione tipo quella descritta qui sopra allora ho i bisogno di integrare.

Ti è piaciuto questo post?

Se ti è piaciuto, puoi ricambiare condividendo su Facebook. 🙂

Grazie

Firma-PaoloFauci

 

 

 

 

Scritto da Paolo Fauci

Padre, autore, coach, educatore alimentare, è dottore in Scienze Motorie con specializzazione in analisi della composizione corporea metodo BIA, certificato dall’International Sport Sciences Associations - ISSA.